Neve e pelle: i rimedi naturali per proteggere la cute dal freddo

0
484
NEVE

Neve e freddo intaccano la naturale barriera protettiva della pelle: ecco i rimedi naturali per avere sempre una pelle sana e luminosa.

Marzo è arrivato e invece del clima mite che ci fa assaporare la primavera, ci troviamo immersi nella neve e con il freddo sulla pelle. Il risultato sarà una cute spenta, secca, srepolata, disidrata, perchè il freddo rigido rallenta il normale metabolismo dell’epidermide.

Per prevenire o rimediare al deterioramento della nostra pelle causato dalle temperature rigide, possiamo affidarci a creme e sieri per rafforzare le difese cutanee,oppure assumere i giusti alimenti ricchi di acidi grassi essenziali, antiossidanti, minerali, vitamina C, proteine per avere sempre una pelle sana e luminosa.

Vediamo come prevenire e proteggere la nostre pelle dalla neve e dal freddo.

Detersione

La detersione delicata è il primo fondamentale step da seguire prima di uscire di casa: il latte detergente, meglio bio, ha un effetto decongestionante e pulisce in profondità la cute senza modificare il pH cutaneo. Il latte detergente di Abano Terme, inoltre, è costituito da estratti vegetali e vitamine che aiutano ad ammorbidire la cute irrigidita dalle basse temperature donando una piacevole sensazione di benessere.

Olio di Jojoba

L’olio di jojoba consente di creare uno scudo protettivo contro gli effetti dannosi del freddo. Dedichiamo qualche minuto del nostro tempo per prenderci cura della nostra cute con un bello scrub a base di quest’olio: stiamo parlando del Bio-Scrub Delicato. I granuli micronizzanti di olio di jojoba contenuti in questo scrub facilitano l’ossigenazione della pelle, eliminando le impurità e il colore grigiastro: la cute risulterà dotata di una barriera superprotettiva contro la neve e avrà recuperato il tono luminoso.

Idratazione

Terzo step indispensabile è l’idratazione: una crema come la Bio-Crema Idratazione Profonda, assicura un’azione idratante profonda contribuendo a proteggere la pelle dalle aggressioni degli agenti esterni come il freddo: la cute secca e devitalizzata ritroverà la sua naturale morbidezza.

Evitare docce o bagni troppo caldi

Una doccia bella calda è quello che desideriamo dopo aver trascorso una giornata tra la neve col freddo sulla pelle. Ma attenzione a non utilizzare acqua bollente o troppo calda: la barriera idrolipidica che protegge la cute potrebbe venire compromessa diventando ancora più vulnerabile. Preferire perciò acqua tiepida.

Alimentazione corretta

La prevenzione alla cute secca e screpolata dal freddo arriva anche e soprattutto dall’interno: assumendo alimenti ricchi di acidi grassi essenziali, vitamina C, minerali e antiossidanti la nostra pelle rimarrà sempre sana e luminosa. Arricchiamo le nostre tavole di kiwi, arance, spinaci, cavoli, melagrana, uva e frutta secca.

Potrebbe interessarti anche: Dieta anti Burian, gli alimenti per resistere al freddo gelido

Iscriviti alla Newsletter per non perdere i prossimi articoli