Ritenzione idrica: i rimedi naturali e gli alimenti che la contrastano

0
727
ritenzione idrica

La ritenzione idrica colpisce il 90% delle donne di qualsiasi costituzione fisica: antiestetici cuscinetti su addome, cosce e glutei rovinano la silhouette delle gambe. Vediamo le cause e i rimedi per ridurli.

La ritenzione idrica colpisce quasi tutte le donne: si presenta con un accumulo di liquidi negli spazi interstiziali, quelli tra cellula e cellula e danno vita agli edemi, ovvero gli anomali rigonfiamenti che compaiono specialmente su gambe, cosce e glutei: la causa principale è una cattiva circolazione che porta ad avere gambe gonfie e pesanti in estate, mani e piedi gelidi in inverno.

Le cause

In alcuni casi la ritenzione idrica può essere dovuta a cause serie come disfunzioni cardiovascolari o renali, patologie della vescica o del fegato. Ma generalmente è uno scorretto stile di vita a favorire l’insorgere della patologia.

  • Stare molto tempo seduti non aiuta la corretta circolazione dei liquidi interstiziali.
  • Ingurgitare pochi liquidi porta a urinare poco: la mancata eliminazione delle scorie organiche porta ad un rallentamento del traffico linfatico. Ne consegue la formazione di gonfiori localizzati.
  • Cattive abitudini ed eccessi alimentari portano ad un affaticamento degli arti inferiori nel sostenere il peso, dando naturalmente luogo ai gonfiori: i cibi incriminati sono quelli ricchi di zuccheri e sale, alcol e caffè.
  • Le sostanze tossiche delle sigarette che vengono intromesse nell’organismo bloccano il sistema linfatico che non riesce ad eliminare le scorie.
  • Un mal funzionamento dell’intestino, colon irritabile, porta al gonfiore addominale.
  • Stare molte ore su tacchi alti porta d un ristagno dei liquidi.
  • Gambe gonfie e pesanti si presentano anche durante l’uso della pillola anticoncezionale e in prossimità del ciclo mestruale.

Rimedi

Vediamo quali sono i rimedi naturali per contrastare questo fastidioso problema.

Sport

Il movimento è il primo fondamentale passo da compiere per ridurre la ritenzione idrica: i medici consigliano di svolgere attività fisica per almeno due o tre volte a settimana. E’ sufficiente anche una camminata di mezz’ora, oltre a ridurre il più possibile l’uso dell’auto e ascensori per spostarsi.

Corretta alimentazione

Per contrastare la ritenzione idrica seguire le seguenti indicazioni alimentari:

  • divieto assoluto al sale;
  • scegliere frutta a verdura che contengono magnesio e potassio, minerali con forte potere drenante che favoriscono l’eliminazione dei liquidi in eccesso: banane, avocado, kiwi, ananas, legumi, frutta secca, broccoli, lattuga, cavolfiore;
  • bere molta acqua già dal primo mattino appena svegliati;
  • ridurre consumo di dolci, alimenti grassi e caffè;
  • bandire l’alcol.

Erbe medicinali

Anche l’assunzione di alcune erbe e tisane drenanti può aiutare la circolazione sanguigna e linfatica come il tarassaco, il gambo d’ananas, i peducoli di ciliegio.

Cosmetica Bio

Un aiuto fondamentale per accelerare il drenaggio linfatico è l’utilizzo di creme ideate appositamente allo scopo come la Bio-Crema Drenante Riducente di Abano Terme abbinata al Bio-Siero Intensivo Corpo Drenante Riducente: due prodotti a base di ingredienti naturali come acqua ipertermale, caffeina, estratto di guaranà.

Iscriviti alla Newsletter per non perdere i prossimi articoli