Ragadi al seno: tutti i rimedi naturali

0
2605
ragadi al seno

Allattare al seno è il gesto più bello e naturale che ci possa essere. Purtroppo, però, risulta spesso molto doloroso a causa di un errato attaccamento del bambino al capezzolo che dà luogo alle cosiddette ragadi al seno, ovvero dei taglietti molto dolorosi. Vediamo come prevenire e curare questi disturbi.

Le ragadi al seno si presentano con delle abrasioni sul capezzolo, talvolta il dolore diventa molto intenso tanto da costringere le mamme ad abbandonare l’allattamento.

Ma vediamo quali possono essere i rimedi naturali per prevenire e curare queste ferite velocemente affinchè questo gesto possa continuare.

Corretta igiene

Prima di ogni allattamento è fondamentale una corretta igiene del capezzolo: lavare solo con acqua tiepida senza saponi che possono irritare e mascherare al bimbo l’odore della mamma. Evitare profumi e deodoranti. Utilizzare la tintura madre di calendula diluita nell’acqua per lenire, per disinfettare e cicatrizzare le ferite.

Corretta posizione di allattamento

Avvicinare delicatamente la bocca del bimbo infilando il mignolo tra le sue labbra e stare attente che il bambino afferri anche una parte dell’areola oltre il capezzolo. Tenere il corpo del bimbo allineato e sostenuto  facendo appoggiare la testa sull’avambraccio  e ben rivolta al seno in modo che non sia costretto alla rotazione, sostenendo con la mano il sederino o la coscia.

Non indossare reggiseni di pizzo

Irritano il seno aggravando l’irritazione. Cercare, invece, di tenere il seno più possibile all’aria dopo l’allattamento affinchè possa respirare ed asciugare bene per evitare il formarsi di screpolature.

Latte materno

Massaggiare i capezzoli ove sono comparse le ragadi con un po’ di latte. E’ il rimedio più naturale per cicatrizzare ed eliminare i batteri.

Crema biologica

Se questi accorgimenti non dovessero bastare per ridurre il dolore è possibile ricorrere a creme cicatrizzanti e lenitive. Attenzione, però, alla composizione di questi prodotti che non devono essere nocivi al bambino: l’ideale è che siano costituite esclusivamente da ingredienti naturali e biologici senza alcun tipo di acido. Un’ottima crema che i medici raccomandano sempre di più alle loro pazienti è la SuperCrema: si tratta di un unguento cremoso a base di olio extravergine di oliva e miele biologico che può essere usato anche più volte al giorno per lenire le ragadi, idratando la pelle in profondità. Questa crema è naturalmente ricca di vitamine A ed E, essenziali per il nutrimento cutaneo.