Mal d’autunno: la fitoterapia per disintossicarsi e superare il malumore

0
261
mal d'autunno

Autunno è sinonimo di transizione: dal caldo al freddo, dalla luce e dai colori al buio, dalla felicità alla depressione. Ecco i rimedi naturali per affrontare il mal d’autunno.

Il passaggio dall’estate all’autunno è un periodo di trasformazione: la natura si libera dagli eccessi inutili per rafforzarsi e poter affrontare il rigido inverno. Allo stesso modo il nostro organismo deve disintossicarsi per alzare le difese immunitarie contro influenza e raffreddori. Un periodo di cambiamento che porta ad un senso di malinconia per l’estate appena passata e di malumore per l’arrivo della stagione più fredda e buia dell’anno. Vediamo i rimedi naturali della fitoterapia che ci aiutano ad affrontare il mal d’autunno.

Tarassaco

La radice di questa pianta ha proprietà depurative: purifica il fegato eliminando zuccheri e colesterolo, ideale in casi di insufficienza epatica. Il tarassaco è, inoltre, ricco di flavonoidi e potassio che stimolano la diuresi liberando i liquidi in eccesso: assumere tarassaco favorisce quindi la riduzione della cellulite. L’essenza di tarassaco è facilmente reperibile in erboristeria e con la quale si possono preparare ottime tisane depurative.

Aloe Vera

Oltre all’effetto rigeneratore dei tessuti, indicato per infiammazioni, ferite e dermatiti, l’Aloe Vera è anche un potente disintossicante, digestivo ed antinfiammatorio. Il succo di questa pianta ha proprietà lassative, favorendo la depurazione dell’organismo e rafforza il sistema immunitario. Il succo di Aloe è indicato anche per ritrovare energia, soprattutto in questo periodo di ripresa in cui il nostro corpo e la nostra mente sono sottoposti a forti condizioni di stress.

Bacche di rosa canina

E’ l’autunno il periodo in cui bisogna farsi una buona scorta di vitamina C: oltre che ad ostacolare l’invecchiamento, è indispensabile per migliorare le difese immunitarie e combattere stress e stanchezza. Non solo arance e kiwi, ma anche la rosa canina è una preziosa fonte di questa vitamina. Anzi, queste piccole bacche contengono una quantità di vitamina C 40 superiore alle arance, a parità di peso. Le bacche di roca canina sono anche un prezioso aiuto contro i dolori tipici dell’autunno: artrosi, reumatismi, dolori articolari. Come consumarle? Queste bacche si trovano generalmente tra dicembre e gennaio, ma in erboristeria possiamo trovare le bacche essiccate per prepararci una potente tisana.

Bergamotto

Il bergamotto è un agrume ricco di vitamine e antiossidanti: va mangiato come frutto fresco oppure spremuto. I polifenoli consentono di mantenere l’organismo in salute: il nostro corpo sarà più energico e tonico. Questo frutto fa bene al cuore e consente di tenere sotto controllo il colesterolo in eccesso, prevenendo le malattie cardiovascolari. L’aroma del bergamotto ha un’azione calmante e può essere utilizzato per combattere lo stress della giornata e la depressione. Inoltre, fare suffimigi con alcune gocce di olio essenziale di bergamotto aiuta a liberare le vie respiratorie.

Potrebbe interessarti anche: Salute in autunno, frutta e verdura di stagione contro i malanni

Iscriviti alla Newsletter per non perdere i prossimi articoli