Mandarino: l’aiuto naturale contro influenza e raffreddori di stagione

Il mandarino è un dolce agrume della stagione fredda: ricco di antiossidanti e vitamine previene l'influenza, ma possiede anche molti altri benefici.

0
257
mandarino

Il mandarino è il frutto più dolce tra gli agrumi: ricco di vitamina C, contiene anche altre vitamine come la vitamina B, acido folico, vitamina A, oltre a sali minerali, fibre ed antiossidanti. Dalla buccia si estrae un olio essenziale utilizzato contro la cellulite. Vediamo tutti i benefici per il corpo di questo ricco agrume.

Proprietà

Previene l’influenza

Il mandarino è un frutto da mettere sempre in tavola nella stagione fredda perchè grazie alla ricca quantità di vitamina C rafforza il sistema immunitario contro influenza e raffreddori. Il succo viene consigliato in casa di asma e bronchite. Mai suoi benefici non si riducono qui. Ecco tanti buoni motivi per mangiare questi dolci agrumi.

Riduce le infiammazioni

I mandarini sono ricchi di naringenina, degli antiossidanti che riducono le infiammazioni.

Riduce malattie cardiovascolari

La naringenina, accoppiata alla esperidina, riduce il livello di colesterolo cattivo prevenendo l’aterosclerosi.

Regola l’intestino

Questi frutti sono ricchi di fibre: favoriscono la digestione e il regolare funzionamento dell’intestino. Utili in caso di stitichezza.

Calmante

Questi agrumi contengono il bromo, una sostanza che favorisce il sonno e il rilassamento, utili in caso di insonnia. L’olio essenziale di mandarino favorisce anche il rilassamento dei muscoli e aiutano a diminuire la tensione nervosa.

Antidepressivo

I mandarini contengono la vitamina B6, una vitamina che favorisce la sintesi della serotonina, l’ormone del buonumore: efficaci per prevenire disturbi depressivi.

Previene i tumori

Diversi studi hanno dimostrato come il consumo regolare di mandarino riduca il rischio di tumori a colon, esofago e stomaco, grazie alla presenza di potenti flavonoidi quali rutina ed esperidina. Inoltre, pare che bere un bicchiere di succo di mandarino al giorno ridurrebbe il rischio di sviluppare il tumore al fegato.

Amiche del cervello

Grazie alla vitamina C e ai flavonoidi i mandarini svolgono una funzione neuroprotettrice contro il rischio di patologie come l’Alzheimer mantenendo il cervello reattivo e in buona salute.

Antiage

Rutina ed esperidina, i flavonoidi presenti nel mandarino, hanno la capacità di contrastare l’invecchiamento precoce e le infiammazioni croniche annesse.

Combatte la cellulite

Dalla buccia del mandarino si ricava un olio essenziale, ricco di limonene, una sostanza antiossidante che riduce la cellulite, la ritenzione idrica e le smagliature.

Purifica la pelle

Grazie alla vitamina C, utilizzare l’olio di mandarino consente di depurare la pelle rendendola ben idratata e vellutata al tatto.

Iscriviti alla Newsletter

Il tuo nome

La tua email