grassi buoni

I grassi buoni forniscono preziosi benefici per il nostro organismo: se è vero che i grassi cattivi fanno male e vanno evitati, quelli buoni sono imprescindibili nella nostra dieta.

I grassi vengono spesso demonizzati da chi decide di mettersi a dieta: se è vero che esistono grassi che fanno “ingrassare”, è pur vera l’esistenza di alimenti i cui grassi, grassi buoni, sono essenziali per un corretto funzionamento dell’organismo. Non a caso vengono definiti “buoni” per distinguerli da quelli “cattivi” che fanno davvero male sia ai kili sia alla salute.

Grassi buoni contro grassi cattivi

Per capire quali alimenti ricchi di grassi bisogna mangiare per il nostro benessere bisogna saper distinguere i grassi buoni da quelli cattivi.

Grassi buoni

I grassi buoni sono chiamati anche grassi insaturi e si dividono in grassi monoinsaturi e polinsaturi. Si tratta di quei grassi che il nostro corpo non è in grado di produrre, ma sono indispensabili il suo corretto funzionamento:

  • grassi monoinsaturi: diminuiscono il colesterolo cattivo proteggendo le arterie;
  • grassi polinsaturi: proteggono il cuore dal rischio di patologie cardiovascolari. Si tratta dei cosiddetti acidi grassi essenziali Omega 3 e Omega 6, che permettono inoltre una buona fluidificazione del sangue e il miglioramento dell’umore.

Grassi cattivi

I grassi che invece hanno effetti negativi sia sulla linea sia sulla salute sono i grassi saturi e i grassi trans: contrariamente ai grassi buoni, questi aumentano il colesterolo cattivo favorendo lo sviluppo delle patologie cardiovascolari e alcune forme di cancro.

Alimenti da evitare

I grassi cattivi, quelli che ci fanno ingrassare e fanno male al cuore, sono presenti in:

  • prodotti di origine animale: carne grassa e salumi, burro, tuorlo d’uovo, formaggi;
  • alimenti trasformati: biscotti, caramelle, merendine, cracker, patatine, piatti pronti.

Alimenti da consumare

La nostra dieta dovrà, invece, essere ricca di grassi buoni contenuti in molti alimenti.

Avocado

L’avocado è ricco di grassi monoinsaturi, oltre che di magnesio, potassio e fibre: regola la pressione sanguigna e sazia.

Olio di cocco

L’olio di cocco si ottiene dalla polpa essiccata del frutto, è molto nutriente e salutare: abbassa il colesterolo cattivo e accelera il metabolismo. Può essere usato in sostituzione del burro e come condimento.

Uova

Le uova, meglio quelle bio, sono ricche di grassi buoni e di proteine: non aumentano il colesterolo cattivo e regolano il senso di sazietà.

Olio extravergine di oliva

L’olio extravergine di oliva è l’alimento fondamentale della dieta mediterranea considerato uno dei migliori grassi per la nostra salute: riduce il colesterolo cattivo aumentando quello buono, previene le malattie cardiache e l’ictus, è ricco di polifenoli e vitamina E che consentono la prevenzione dell’arteriosclerosi e dell’invecchiamento della pelle.

Salmone

Il salmone, e tutti pesci grassi come sgombro, tonno, sardine, è un alimento completo ricco di proteine, grassi buoni, vitamine, minerali: gli omega 3 tengono sotto controllo il colesterolo, combattono l’osteoporosi e contrastano l’invecchiamento cellulare.

Frutta secca

Ottima da gustare come spuntino, la frutta secca è ricca di grassi buoni: noci, mandorle, nocciole, pistacchi, combattono il colesterolo cattivo, oltre a inibire la produzione di leptina, ormone che causa il rallentamento del metabolismo.

Verdura a foglia verde

Spinaci, cavoli, broccoli, lattuga oltre a contenere vitamine e sali minerali, contengono anch’esse grassi omega 3: ecco perchè è importante accompagnare ogni pasto da un bel piatto di verdura verde.

Iscriviti alla Newsletter per non perdere i prossimi articoli

Iscriviti alla Newsletter