Vitamina B: un carico di energia naturale contro la stanchezza

La vitamina B trasforma i grassi e le proteine in energia consentendo all'organismo di contrastare la stanchezza e lo stress. Ecco come assumerla.

0
267
vitamina B

La vitamina B, o meglio, il gruppo di vitamine B, è conosciuta come “vitamina energetica”: trasformando i grassi e le proteine in energia consentendo all’organismo di contrastare la stanchezza tipica sia del periodo autunnale che di quello primaverile, ma anche il senso di affaticamento generale, la scarsa concentrazione, lo stress quotidiano. Se notiamo questi sintomi significa che siamo in carenza di questa vitamina.

I benefici

La vitamina B regala all’organismo molti benefici preziosi:

  • riduce la stanchezza e l’affaticamento: se ne siamo carenti, saremo spesso stanchi, avremo il battito cardiaco accelerato e difficoltà respiratorie;
  • migliora la concentrazione: la carenza di vitamine, infatti, può influire sulle capacità cognitive;
  • facilita la memorizzazione: contrastando la stanchezza saremo più svegli ed energici e riusciremo meglio a memorizzare meglio i nostri impegni scolastici o lavorativi;
  • combatte lo stress, la tensione nervosa, l’irritabilità e l’insonnia;
  • contrasta la depressione, grazie alla produzione di serotonina, l’ormone del buonumore.

Gli alimenti ricchi di vitamina B

Questa vitamina non viene sintetizzata dall’organismo, perciò va assunta con gli alimenti. La ritroviamo perlopiù in alimenti di origine animale. Se persone vegetariane si trovano in carenza di tale vitamina, potranno ricorrere a degli integratori.

Vediamo gli alimenti da assumere in caso di carenza di vitamina B:

  • uova: contengono tutte le vitamine del gruppo B, in particolare la vitamina B2 fondamentale per il metabolismo di grassi e proteine;
  • latte: ricco di vitamina B12 o cobalamina fondamentale per la sintesi dell’emoglobina;
  • pesce: contiene la vitamina B6 o piridossina che converte la vitamina B3 nel triptofano, precursore della serotonina, l’ormone della felicità;
  • spinaci, cavoli, broccoli: ricchi di vitamina B1 o tiamina che converte i carboidrati in glucosio mantenendo sempre attivo il sistema nervoso;
  • piselli: tra i legumi sono i pù ricchi di vitamina B9 o acido folico, fondamentale per la sintesi del DNA e nel rinnovamento delle cellule.

Iscriviti alla newsletter

Il tuo nome

La tua email