Cachi: i frutti autunnali che donano energia a sportivi e non solo

0
491
CACHI

I cachi sono i frutti dell’autunno che solo guardandoli per il colore acceso donano vivacità: ideali contro la spossatezza autunnale, danno una sferzata di energia.

Dal colore arancione accesso che mette vivacità solo a guardarli, i cachi sono dei dolcissimi frutti che non possono mancare sulle nostre tavole in questo periodo di stanchezza perenne. Le mille proprietà dei cachi consentono, infatti, di ottenere tutta l’energia necessaria per affrontare la giornata e le nostre attività sportive. Vediamo tutte le proprietà e i benefici di questi frutti.

Energetici

I cachi sono composti dall’80 % di acqua, da fibre, vitamine A e C, sali minerali, specialmente potassio e da un alto contenuto di zuccheri: si tratta di zuccheri semplici, facili da assorbire e che forniscono energia immediata. Sono quindi utili per combattere la spossatezza e in caso di un grande dispendio di energie, come negli allenamenti sportivi.

Potrebbe interessarti anche: Miele, il dolcificante degli sportivi che fa recuperare energia

Scongiurano l’influenza

L’alto contenuto di vitamina C potenzia le difese immunitarie consentendo al nostro organismo di difendersi dalle aggressioni dei batteri. Si consiglia, perciò, di alternare ad arance e kiwi, anche una buona quantità di cachi.

Potrebbe interessarti anche: Salute in autunno, frutta e verdura di stagione contro i malanni

Depurativi e lassativi

Sono ottimi frutti depurativi ideali per eliminare tutte le scorie e i batteri dall’organismo: la presenza di potassio conferisce ai cachi un alto potere diuretico, mentre la ricchezza di fibre li rende utili in casi di stitichezza.

Tonificanti ed antiage

Contengono flavonoidi e polifenoli, sostanze antiossidanti che combattono i radicali liberi, ritardando l’invecchiamento cellulare. Queste sostanze unite alla vitamina C aiutano a mantenere la pelle elastica e tonica.

Potrebbe interessarti anche: Mal d’autunno, la fitoterapia per disintossicarsi e superare il malumore

Iscriviti alla Newsletter per non perdere i prossimi articoli